Reading Time: 2 minuti

SCIA VVF: Quando è obbligatoria?

La SCIA VVF rappresenta il titolo autorizzativo all’utilizzo di una delle 80 attività soggette ai controlli di prevenzione incendi sulla base dei criteri presenti al DM 7 agosto 2012. Per tutti gli edifici i cui requisiti e caratteristiche rientrano in una delle fattispecie elencate nell’Allegato I del DPR 151/2011 deve essere obbligatoriamente presentata la SCIA VVF (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) al Comando Provinciale di competenza.

Nel presente articolo si riportano i passi procedurali principali in merito alla SCIA VVF laddove obbligatoria.

Quando è obbligatoria la SCIA VVF?

La SCIA VVF è obbligatoria ogni qualvolta un edificio rientra nell’elenco delle attività soggette ai controlli di prevenzione incendi del DPR 151/2011.

Ad esempio,

  1. se un palazzo destinato ad uso uffici ha capienza complessiva pari a 400 addetti, è classificata al punto 71.1.A del DPR 151/2011;
  2. un gruppo elettrogeno di potenza complessiva pari a 500 kW rientra al punto 49.2.B del DPR 151/2011;
  3. un edificio ad uso civile di altezza antincendi pari a 60 metri è classificato al punto 77.3.C del DPR 151/2011

per consentirne l’utilizzo, il titolare/responsabile dell’attività deve presentare la SCIA VVF, corredata da apposita asseverazione antincendio a firma del professionista antincendio. La differenza ai 3 suddetti esempi è relativa alla preventiva approvazione del progetto per il caso 2 e 3 (non richiesto per il caso 1 in Categoria A) date le Categorie B e C e per la categoria C l’obbligo da parte dei VVF (a seguito di presentazione della SCIA VVF) di controllo entro 60 giorni.

Art. 4 del DM 7 agosto 2012: SCIA VVF

La SCIA VVF deve contenere:
a) generalità e domicilio del richiedente o, nel caso di ente o società, del suo legale rappresentante;
b) specificazione della attività soggetta principale e delle eventuali attività soggette secondarie, oggetto della segnalazione;
c) dichiarazione di impegno all’osservanza degli obblighi connessi con l’esercizio dell’attività previsti dalla vigente
normativa.
Nel caso di utilizzo dell’approccio ingegneristico alla sicurezza antincendio, la segnalazione di cui al comma 1 e’ integrata da una dichiarazione, a firma del responsabile dell’attività, in merito all’attuazione del SGSA.

Allegati alla SCIA VVF

Alla segnalazione certificata di inizio attività, sono allegati:
a) asseverazione, a firma di tecnico abilitato, attestante la conformità dell’attività ai requisiti di prevenzione incendi e di sicurezza antincendio, alla quale sono allegati:

  • certificazioni e dichiarazioni, secondo quanto specificato nell’Allegato II del DM 7 agosto 2012, atte a comprovare che gli elementi costruttivi, i prodotti, i materiali, le attrezzature, i dispositivi e gli impianti rilevanti ai fini della sicurezza antincendi, sono stati realizzati, installati o posti in opera secondo la regola dell’arte, in conformità alla vigente normativa in materia di sicurezza antincendio;
  • per le attività soggette di categoria A, relazione tecnica ed elaborati grafici, a firma di tecnico abilitato, conformi a quanto specificato nell’Allegato I, lettera B, al presente decreto.

b) attestato del versamento effettuato alla Tesoreria provinciale dello Stato

Modifiche sostanziali di aggravio di rischio incendio

In caso di modifiche che comportano un aggravio delle preesistenti condizioni di sicurezza antincendio, l’obbligo per l’interessato di avviare nuovamente le procedure previste dal presente articolo ricorre quando vi sono modifiche di lavorazione o di strutture, nei casi di nuova destinazione dei locali o di variazioni qualitative e quantitative delle sostanze pericolose esistenti negli stabilimenti o depositi e ogni qualvolta sopraggiunga una modifica delle condizioni di sicurezza precedentemente accertate.

Modifiche non sostanziali di aggravio di rischio incendio

Le modifiche considerate non sostanziali, ai fini antincendio, da specifiche norme di prevenzione incendi sono documentate al Comando all’atto della presentazione della attestazione di rinnovo periodico di conformità antincendio.

DPR 151 del 2011

DOWNLOAD

Send download link to:

I agree to the Privacy Policy and want to subscribe to the newsletter. Cancellation is possible at any time.

DM 7 agosto 2012

DOWNLOAD

Send download link to:

I agree to the Privacy Policy and want to subscribe to the newsletter. Cancellation is possible at any time.

Hai trovato utile l’articolo?
Hai bisogno di:
  • ulteriori informazioni sulla SCIA VVF?
  • individuare la/le attività soggette ai controlli di prevenzione incendi?
  • individuare le regole tecniche antincendio correlate alle singole attività?
  • redigere un progetto antincendio con i criteri del Codice di prevenzione incendi?
  • redigere un progetto con le regole tecniche tradizionali?

Contattami qui!