Reading Time: 4 minuti

La dichiarazione di prestazione e la marcatura CE fanno parte dei documenti da allegare al modello ministeriale vvf dich. prod. che devono essere obbligatoriamente inseriti nel fascicolo tecnico antincendio, da conservare nell’attività soggetta ai controlli di prevenzione incendi.  Rappresentano una sorta di “carta di circolazione” per i prodotti da costruzione che vengono immessi sul mercato europeo. Dal 01/07/2013 è entrato in vigore il nuovo Regolamento dei prodotti da costruzione CPR 305 del 2011 che fissa le condizioni armonizzate per la commercializzazione dei prodotti da costruzione e abroga la direttiva 89/106/CEE.

Download

  • Regolamento dei prodotti da costruzione CPR 305 del 2011

Regolamento n. 305 del 2011

DOWNLOAD

Send download link to:

I agree to the Privacy Policy and want to subscribe to the newsletter. Cancellation is possible at any time.

La dichiarazione di prestazione, la marcatura CE e il Regolamento dei prodotti da costruzione CPR 305 del 2011

La dichiarazione di prestazione descrive la prestazione dei prodotti da costruzione in relazione alle caratteristiche essenziali di tali prodotti, conformemente alle pertinenti specifiche tecniche armonizzate.

I fabbricanti conservano la documentazione tecnica e la dichiarazione di prestazione per un periodo di dieci anni a decorrere dall’immissione del prodotto da costruzione sul mercato.

Quando un prodotto da costruzione rientra nell’ambito di applicazione di una norma armonizzata o è conforme a una valutazione tecnica europea rilasciata per il prodotto in questione, il fabbricante redige una dichiarazione di prestazione all’atto dell’immissione di tale prodotto sul mercato.
Nella dichiarazione di prestazione, sono riportate le caratteristiche essenziali, come definite nella specifica tecnica armonizzata applicabile.

Nel redigere la dichiarazione di prestazione, il fabbricante si assume la responsabilità della conformità del prodotto da costruzione a tale prestazione dichiarata.

Il fabbricante può, all’atto di immettere sul mercato un prodotto da costruzione che rientra nell’ambito di applicazione di una norma armonizzata, astenersi dal redigere una dichiarazione di prestazione qualora:
a) il prodotto da costruzione sia fabbricato in un unico esemplare o su specifica del committente in un processo non in serie a seguito di una specifica ordinazione e installato in una singola ed identificata opera di costruzione da parte di un fabbricante

Per questo ultimo punto si veda l’articolo relativo ai prodotti da costruzione senza omologazione ministeriale.

b) il prodotto da costruzione sia fabbricato in cantiere per essere incorporato nelle rispettive opere di costruzione;
c) il prodotto da costruzione sia fabbricato con metodi tradizionali o con metodi atti alla conservazione del patrimonio.

La dichiarazione di prestazione di un prodotto da costruzione è sempre obbligatoria e vincolante all’immissione dello stesso su mercato europeo.

Contenuto della dichiarazione di prestazione

La dichiarazione di prestazione contiene in particolare le seguenti informazioni:
a) il riferimento del prodotto-tipo per il quale la dichiarazione di prestazione è stata redatta;
b) il sistema o i sistemi di valutazione e verifica della costanza della prestazione del prodotto da costruzione;
c) il numero di riferimento e la data di pubblicazione della norma armonizzata o della valutazione tecnica europea usata per la valutazione di ciascuna caratteristica essenziale;
d) se del caso, il numero di riferimento della documentazione tecnica specifica usata ed i requisiti ai quali il fabbricante dichiara che il prodotto risponda.

3. La dichiarazione di prestazione contiene altresì:
a) l’uso o gli usi previsti del prodotto da costruzione, conformemente alla specifica tecnica armonizzata applicabile;
b) l’elenco delle caratteristiche essenziali secondo quanto stabilito nella specifica tecnica armonizzata per l’uso o gli usi previsti dichiarati;

c) la prestazione di almeno una delle caratteristiche essenziali del prodotto da costruzione pertinenti all’uso. La scelta di un prodotto da costruzione è estremamente vincolata a questa specifica. Nella dichiarazione di prestazione è possibile trovare la classe di reazione al fuoco del prodotto. In questo modo è possibile sia approvarne l’installazione, che poi redigere il mod. dich. prod.

Per le caratteristiche essenziali elencate, per le quali non sia dichiarata la prestazione, si definiscono le caratteristiche con le lettere «NPD» (nessuna prestazione determinata).

Fornitura della dichiarazione di prestazione

È fornita una copia della dichiarazione di prestazione di ciascun prodotto messo a disposizione sul mercato, in forma cartacea o su supporto elettronico.

Principi generali e uso della marcatura CE

La marcatura CE è apposta solo sui prodotti da costruzione per i quali il fabbricante ha redatto una dichiarazione di prestazione

Quindi la marcatura CE presuppone l’esistenza di una conformità sostanziale del prodotto, ma impone che essa sia documentata e documentabile.

Apponendo la marcatura CE, i fabbricanti dichiarano di assumersi la responsabilità della conformità del prodotto da costruzione alla dichiarazione di prestazione

Per qualsiasi prodotto da costruzione che rientra nell’ambito di applicazione di una norma armonizzata o per il quale è stata rilasciata una valutazione tecnica europea, la marcatura CE è l’unica marcatura che attesta la conformità del prodotto da costruzione alla prestazione dichiarata in relazione alle caratteristiche essenziali

La marcatura CE è apposta in modo visibile, leggibile e indelebile sul prodotto da costruzione o su un’etichetta ad esso applicata, prima della sua immissione sul mercato.

La marcatura CE è in sostanza un’autocertificazione, quindi il fascicolo tecnico, deve essere preparato (nel modo corretto) dal produttore, dall’ importatore o dal mandatario e non da un soggetto extraeuropeo, come spesso accade. Quindi il soggetto obbligato deve risiedere nella comunità Europea. Il certificato, quando è necessario, deve essere emesso da un Organismo Notificato.

Norme armonizzate

Le norme armonizzate stabiliscono i metodi ed i criteri per valutare la prestazione dei prodotti da costruzione in relazione alle loro caratteristiche essenziali.

La Commissione pubblica tutti gli aggiornamenti dell’elenco delle norme armonizzate che devono essere recepite dagli Stati membri.

Nell’elenco si riporta la data di inizio della applicazione e la data di fine della applicazione della possibilità di impiego del prodotto costruito secondo norme nazionali (“periodo di coesistenza”). Al termine del periodo di coesistenza possono essere commercializzati solo prodotti marcati CE;

Dalla data di inizio del periodo di coesistenza è possibile usare una norma armonizzata per redigere una dichiarazione di prestazione relativa ad un prodotto da costruzione che rientra nel suo ambito di applicazione. Gli organismi nazionali di normalizzazione sono obbligati a recepire le norme armonizzate conformemente alla direttiva 98/34/CE.
Al termine del periodo di coesistenza le norme nazionali contrastanti sono ritirate e gli Stati membri pongono termine alla validità di tutte le disposizioni nazionali contrastanti.

I prodotti che recano la marcatura CE sono quelli realizzati in conformità a:

  • Norma armonizzata EN pubblicata in apposito elenco; «norma armonizzata», una norma adottata da uno degli organismi europei di normalizzazione di cui all’allegato I della direttiva 98/34/CE, in seguito a una richiesta formulata dalla Commissione conformemente all’articolo 6 del CPR305/2011.
  • Benestare Tecnico Europeo (ETA) rilasciato da uno degli Organismi membri dell’EOTA per prodotti senza norma armonizzata o che si discostano notevolmente da essa.

I BTE si basano su una valutazione tecnica positiva della idoneità del prodotto per l’impiego previsto, basata sulla corrispondenza ai requisiti essenziali delle opere in cui il prodotto viene installato. L’idoneità è dimostrata attraverso prove di laboratorio o valutazioni analitiche.

Hai trovato utile l’articolo?
Hai bisogno di:
  • ulteriori informazioni sulla dichiarazione di prestazione e la marcatura CE?
  • individuare la/le attività soggette ai controlli di prevenzione incendi?
  • individuare le regole tecniche antincendio correlate alle singole attività?
  • redigere un progetto antincendio con i criteri del Codice di prevenzione incendi?
  • redigere un progetto con le regole tecniche tradizionali?

Contattami qui!

1 + 6 = ?